TR CU 010/2011 “Sulla sicurezza di macchinari e attrezzature”

TR CU 010/2011 ``Sulla sicurezza di macchinari e attrezzature``

A far parte del Gruppo “SERCONS” sono Organi certificatori aventi tutti i requisiti necessari per poter eseguire ogni tipo di lavoro e test nella certificazione TR CU 010/2011.

TR CU 010/2011 “Sulla sicurezza di macchinari e attrezzature”: questo regolamento è stato creato con l’obbiettivo di stabilire un unico sistema sul territorio dell’Unione Doganale per l’applicazione e l’esecuzione delle richieste, per la libera circolazione di macchine o prodotti in progettazione, produzione, montaggio, riparazione, conservazione, trasportazione, realizzazione e utilizzazione di essi.

Per cosa serve la certificazione EAC del regolamento TR CU 010/2011:

  • per esportare i macchinari ed impianti sul territorio dell’Unione Doganale
  • per la costruzione delle macchine ed impianti sul territorio dell’Unione Doganale

L’accertamento di conformità viene approvato dal Certificato EAC e/o dalla Dichiarazione EAC. Il Certificato per la serie viene rilasciato per un periodo di durata da 1 a 5 anni.

Il regolamento TR CU 010/2011 è anche applicabile alle macchine e/o agli impianti, riportati nell’elenco dei
prodotti che rientrano sotto questa direttiva, i quali sono destinati ad industrie particolarmente pericolose
(Especially dangerous industrial object (EIO)).

La differenza dei Regolamenti Tecnici TR CU 010, 004, 020

Prodotto TR CU 004/2011 TR CU 010/2011 TR CU 020/2011
Pezzi di ricambio e accessori +
Prodotti Atex
(TR CU 012/2011)
+ +
Prodotti con funzionamento idraulico e/o pneumatico +
Macchine stradali e per sollevamento + +
Frese, cacciaviti, smerigliatrici, biciclette +
Prodotti che hanno una tensione sopra i 1000v + +
Attrezzatura ( a mano, elettrica, a batteria) + + +
Armadi di comando, quadri elettrici + +

Lista dei prodotti che rientrano nel regolamento TR CU 010/2011 “Sulla sicurezza di macchinari e attrezzature”:

Lista dei prodotti che rientrano nel regolamento tecnico sotto forma di Certificati di conformità EAC TR CU
010/2011:

  1. Macchine utensili per la lavorazione del legno.
  2. Macchine da neve, motoslitte e i rimorchi per essi.
  3. Attrezzatura da officina per autoveicoli e autocarri.
  4. Macchine agricole.
  5. Attrezzature meccaniche per giardinaggio e per silvicoltura anche elettriche.
  6. Macchine per bestiame, pollame e per foraggio.
  7. Strumenti meccanizzati anche con elettricità.
  8. Attrezzature per la lavorazione del legname:
    • motoseghe a scoppio.
    • motoseghe elettriche.
  9. Macchinari ed attrezzature destinate all’uso nell’ ambito della ristorazione.
  10. Impianti e attrezzature per escavazione e lavori di pulizia
    • Raccoglitori industriali
    • Complessi meccanizzati
    • Supporti meccanici
    • Attrezzature pneumatiche
  11. Attrezzature e macchine da pozzo:
    • Macchine da pozzo per il carbone e diversi tipi di roccia.
    • Attrezzature per le macchine da pozzo.
  12. Impianti ed attrezzature per gli ascensori e macchine di trasporto per le miniere:
    • Nastri trasportatori per le miniere.
    • Nastri trasportatori per le miniere per la raschiatura.
    • Verricelli per le miniere.
  13. Attrezzature per foratura dei pozzi e attrezzature per l’esplosione dei pozzi:
    • Martelli e perforatori pneumatici.
    • Macchine per la foratura del settore minerario.
    • Impianti di perforazione.
  14. Impianti e apparecchiature per la ventilazione e l’abbattimento delle polveri:
    • Ventilatori per miniere.
    • Impianti di raccolta e abbattimento delle polveri.
    • Compressori di ossigeno.
  15. Macchinari ed attrezzature per sollevamento:

Lista dei prodotti che rientrano nel regolamento tecnico sotto forma delle Dichiarazioni di conformità EAC
TR CU
010/2011:

  1. Turbine e impianti con turbine a gas.
  2. Impianti d’aspirazione.
  3. Generatori diesel.
  4. Attrezzature ed impianti per le operazioni di sollevamento.
  5. Nastri trasportatori.
  6. Paranchi elettrici a funi e a catena.
  7. Impianti chimici, raffinerie.
  8. Impianti per la lavorazione di materiali polimerici.
  9. Attrezzature di pompaggio (pompe, gruppi di pompaggio e impianti).
  10. Attrezzatura criogenica, compressori, refrigerazione, autogeno, purificatori di gas:
    • Impianti di separazione dell’aria ed di gas rari.
    • Impianti di preparazione e filtrazione dei gas e liquidi, impianti di calore e di massa di sistemi
      criogenici.
    • Compressori (ad aria, gas e a trasmissione).
    • Impianti di refrigerazione.
  11. Attrezzature per la lavorazione a base di fiamma a gas per la lavorazione dei metalli.
  12. Impianti di purificazione dei gas e l’abbattimento delle polveri.
  13. Impianti ed attrezzature di produzione di cellulosa e carta.
  14. Impianti ed attrezzature per la fabbricazione della carta.
  15. Impianti ed attrezzature per la rivelazione dei giacimenti di petrolio, per la perforazione e rivelamento
    geologico.
  16. Impianti ed attrezzature di verniciatura.
  17. Impianti per la lavorazione di ammoniaca liquida.
  18. Attrezzature per la preparazione e il trattamento di acqua potabile.
  19. Torni per la lavorazione dei metalli.
  20. Impianti a pressione per la lavorazione dei metalli.
  21. Attrezzature per la lavorazione di legno (ad eccezione di attrezzature destinate ad uso domestico).
  22. Attrezzature per la fonderia.
  23. Attrezzature per saldatura e spruzzatura termica.
  24. Trattori industriali.
  25. Carelli elevatori.
  26. Biciclette per adulti.
  27. Macchine per i lavori del suolo, per sviluppo e manutenzione delle cave.
  28. Macchine stradali con attrezzature per la preparazione di miscele dei materiali edili.
  29. Macchine ed attrezzature per la costruzione.
  30. Attrezzature per la lavorazione dei materiali da costruzione.
  31. Attrezzature per la lavorazione del legname (tranne le motoseghe a scoppio e motoseghe elettriche).
  32. Attrezzature tecnologiche per l’industria torba.
  33. Impianti e attrezzature da stiro industriali.
  34. Attrezzature per la pulizia a secco e tintura di articoli di abbigliamento e prodotti per la casa.
  35. Macchine ed attrezzature per servizi comunali.
  36. Ventilatori industriali.
  37. Condizionatori industriali.
  38. Riscaldatori e refrigeratori.
  39. Attrezzature tecnologiche per l’industria leggera.
  40. Attrezzature tecnologiche per l’industria tessile.
  41. Attrezzature tecnologiche per la produzione di fibre chimiche, di vetro e di fibre d’amianto.
  42. Attrezzature tecnologiche per l’industria alimentare.
  43. Attrezzature tecnologiche per molitoria, per mangimi e attrezzature di sollevamento per esse.
  44. Attrezzature tecnologiche per le imprese del commercio, della ristorazione e cucine.
  45. Attrezzature di stampa.
  46. Attrezzature tecnologiche per il vetro, porcellana, ceramica e l’industria dei cavi.
  47. Caldaie a combustibili liquidi e solidi.
  48. Bruciatori a gas e combinati (ad eccezione di quelli monoblocco) a combustibili liquidi, da montaggio negli
    impianti per i quali è stato progettato l’utilizzo nei processi industriali.
  49. Apparecchi di riscaldamento dell’acqua e di riscaldamento ambiente, alimentati a combustibili liquidi e
    solidi.
  50. Frese:
    • Frese con molteplici inserti in metallo duro.
    • Frese per taglio dei metalli.
    • Frese in carburo di tungsteno.
  51. Utensili:
    • Utensili per torni con inserti in metallo duro.
    • Utensili per torni con taglierine il poliedrico carburo.
  52. Seghe a disco con inserti in metallo duro per la lavorazione del legno.
  53. Utensili di montaggio con impugnature isolate per il lavoro dei impianti elettrici in tensione fino a 1000
    V.
  54. Frese intercambiabili:
    • Frese dentate per la lavorazione di legno.
    • Frese in acciaio o metallo duro per la lavorazione di legno.
    • Frese cilindriche.
  55. Utensili con diamanti naturali e sintetici:
    • Dischi diamantati per levigatura.
    • Dischi diamantati per taglio.
  56. Strumenti e utensili di materiali duri sintetici a base di nitruro di boro (utensili di borazone):
    • Dischi per levigatura.
  57. Valvole industriali.
  58. Utensili abrasivi, materiali abrasivi:
    • Dischi abrasivi, anche per le macchine portatili.
    • Dischi per il taglio.
    • Dischi per lucidatura.
    • Dischi abrasivi lamellari.
    • Nastri abrasivi.
    • Dischi abrasivi in fibra.

Per ottenere il Certificato di conformità EAC TR CU 010/2011, è necessario inviare la richiesta ed
allegare i
dati tecnici che comprendono:

  • La descrizione tecnica del prodotto.
  • La documentazione per l’uso.
  • Il passaporto tecnico.
  • Il codice doganale del prodotto.

Risposte a domande frequenti in merito al regolamento TR CU 010/2011

  1. Un prodotto usato è soggetto alla certificazione? – No, non è soggetto.
  2. E’ possibile fare il certificato di conformità al posto della dichiarazione di conformità? – Si. In base
    alla
    scelta del dichiarante al posto della dichiarazione del prodotto può essere effettuata la certificazione
    del
    prodotto.
  3. Il Martinetto è soggetto alla certificazione? – Si è soggetto alla certificazione.
  4. L’impianto di perforazione è soggetto alla certificazione? – Si, è soggetto alla certificazione.

Invia Ordine






Invia Ordine






Certificazione accreditata dal governo Bodn

Accreditamento del laboratorio di prova

Proprio laboratorio di prova

CARLO PASQUALINI (GF PIPING SYSTEM) PARLA DI SERCONS

IL NOSTRO INDIRIZZO


Piazza della Repubblica 32
20124 Milan
Italia

Tel: +39 02 8001 2140
Tel: +39 02 8001 2141
Inviateci il vostro messaggio message

I NOSTRI CLIENTI:

Dopo di aver mandato la richiesta, li contattiamo subito

RECENSIONE DI FUMAGALLI

RECENSIONE DI LOMBARGHINI

RECENSIONE DI HELKAMA